Blog

Guardarsi. Può sembrare strano, ma è il primo passo per avere una bocca sana. E' il suggerimento dell'A.N.D.I. rivolto a tutti:  quando si lavano i denti, è opportuno perdere qualche secondo in più per controllare se le gengive sanguinano, se compaiono macchie sulla superficie dei denti, se un dente sta cambiando colore. Questi sono alcuni dei primi segni del fatto che possa esserci un problema.   Leggi l'allegato LEGGI

tags
Condividi su: Facebook Twitter

Benvenuto a Pietro, Vittoria, Luca, Federico, Lorenzo e a tutti i neonati figli e nipoti dei nostri pazienti. A loro regaliamo il set di igiene orale da 0 a 3 mesi sviluppato dalla MAM per la cura e la salute orale delle gengive del neonato. Sin dai primi giorni di vita infatti, è importante prendersi cura della salute orale dei propri bimbi ed è  possibile farlo con un semplice gesto. Dopo ogni poppata, o almeno due volte al giorno, asportate i residui di latte dalle gengive del neonato massaggiandole delicatamente e, con i primi dentini, abituatevi a spazzolarli dopo ogni pasto (senza l'uso del dentifricio). Il cavo orale del neonato è inizialmente sterile e non colonizzato da microrganismi. Nel caso di biberon non assaggiate dalla stessa tettarella e, durante lo svezzamento, sar LEGGI

tags
Condividi su: Facebook Twitter

L'Associazione Nazionale Dentisti Italiani ha recentemente pubblicato un comunicato riguardante un tema di cui si sente spesso parlare: lo sbiancamento dentale. E' possibile leggere l'intero comunicato, ma vogliamo evidenziare alcuni passaggi.     [i prodotti sbiancanti] Non agiscono direttamente sulla componente minerale dello smalto dentale, ma vanno a modificare il legame chimico presente nelle sostanze responsabili della discromia del dente   [i prodotti sbiancanti] con una percentuale di perossido  di idrogeno fino all’1% possono essere  acquistati ed utilizzati direttamente dal  cittadino. Se la concentrazione è invece compresa  tra l’1% ed il 6% il loro utilizzo è  consentito solo sotto stretto controllo medico.   E’ opportuno ricordare che lo sbian LEGGI

Condividi su: Facebook Twitter

Le faccette dentali permettono di cambiare completamente l'aspetto di un sorriso. Già molti anni fa una ricerca americana ha analizzato quali siano i dettagli che le persone notano per primi quando incontrano qualcuno. Potrebbe sembrare strano, ma il 47% del campione intervistato ha affermato che sono proprio i denti ad essere la prima cosa cosa che notano. Ecco la classifica completa: 47% denti, 31% occhi, 11% profumo, 7% abbigliamento, 4% capelli. I dati sono confermati anche da un'altra ricerca, nella quale i denti sono ancora al primo posto. Tanto per dare un'idea: quasi otto donne su dieci pensano che, in un uomo, avere dei brutti denti sia peggio che avere pochi capelli. Se la prima impressione è quella che conta, vuol dire che i denti possono fare la differenza. Le faccett LEGGI

tags
Condividi su: Facebook Twitter

Visite più accurate con l'utilizzo della videocamera intraorale di ultima generazione. Grazie ad una tecnologia a fluorescenza brevettata, la nostra videocamera illumina i denti con luci di diverso colore e aiuta ad evidenziare la presenza di carie, placca o tartaro.Possiamo quindi utilizzare uno strumento sensibile e tecnologicamente avanzato per completare un esame orale completo, in tempi rapidi e per rendere i pazienti più partecipi e consapevoli della propria bocca. LEGGI

tags
Condividi su: Facebook Twitter